Produzione nelle costruzioni: in sensibile aumento su base annua, con lieve flessione a marzo 2019

ISTAT-Produzione-nelle-costruzioni-indice-a-tre-mesi-2019

Dopo l’ampia crescita registrata a febbraio, a marzo 2019 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione nelle costruzioni diminuisca dello 0,9% rispetto al mese precedente.

Nella media del primo trimestre del 2019, la produzione nelle costruzioni cresce del 3,9% rispetto al quarto trimestre 2018.

Su base annua, l’indice corretto per gli effetti di calendario (i giorni lavorativi sono stati 21, contro i 22 di marzo 2018) aumenta sensibilmente, segnando una crescita dell’8,1%.

Rispetto a marzo 2018, l’indice grezzo della produzione nelle costruzioni mostra una variazione tendenziale positiva del 6,3%.

Continua la lettura

ISTAT E BANCA D’ITALIA: le abitazioni rappresentano circa il 50% della ricchezza delle famiglie

Ricchezza-delle-famiglie-e-sue-componenti-dal-2005-al-2017)
Le stime sulla ricchezza elaborate dall’Istat e dalla Banca d’Italia consentono una lettura integrata delle attività patrimoniali in possesso delle famiglie e della loro evoluzione nel tempo.

Da questa relazione risulta che alla fine del 2017 le abitazioni costituivano circa la metà della ricchezza lorda delle famiglie.

Tra il 2005 e il 2011 il peso delle abitazioni sul totale delle attività è salito dal 47% al 54% per poi ridursi negli anni successivi sino al 49% nel 2017.
La tendenza alla discesa dei prezzi sul mercato immobiliare residenziale, in atto dal 2012, ha determinato una riduzione del valore medio delle abitazioni e la conseguente contrazione del valore della ricchezza abitativa.

Continua la lettura

Mercato degli immobili di lusso: il punto sull’andamento internazionale

Andamento-internazionale-del-mercato-immobiliare-del-lusso

Il valore dei 100 mercati residenziali di lusso, monitorati dal “Prime International Residential Index” (PIRI 100) contenuto nell’ultimo Wealth Report 2019 di Knight Frank, fotografa l’andamento dei prezzi degli immobili residenziali di lusso dei mercati internazionali.
Tale andamento è aumentato in media dell’1,3% l’anno scorso, in flessione rispetto al 2,1% del 2017, ed è il tasso più basso dell’Indice di crescita annuale dal 2012.

Questo declino non sorprende. Mentre impariamo a vivere senza i tassi di interesse ultra-bassi che hanno sovraccaricato il settore immobiliare a livello globale dal 2008, una crescita dei prezzi inferiore è inevitabile conseguenza dello spostamento della politica monetaria.

In prima posizione Manila (+11%), seguita da Edimburgo (+10,6%) e Berlino (+10,5%).
Roma è al 64° posto, con un incremento dello 0,5%.

Continua la lettura

EUROSTAT: prezzi delle case in aumento in Europa, in diminuzione in Italia

Eurostat-House-prices-2018

I prezzi delle case sono aumentati del 4,2% sia nell’area Euro che nell’Unione Europea, nel quarto trimestre del 2018 rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.
Questi i dati pubblicati da Eurostat, l’Istituto statistico dell’Unione europea.

Rispetto al terzo trimestre del 2018, i prezzi delle case nel quarto trimestre del 2018 sono aumentati dello 0,7% nell’area Euro e dello 0,6% nell’UE.

Evoluzione dei prezzi delle case negli Stati membri dell’UE:
Gli aumenti annuali più elevati dei prezzi delle case nel quarto trimestre del 2018, sono stati registrati in Slovenia (+18,2%), Lettonia (+11,8%) e Cecoslovacchia (+9,9%), mentre i prezzi in Italia sono diminuiti (-0,6%).

Eurostat-Italia-andamento-prezzi-2018

Continua la lettura

CRIF: mutui e surroghe in diminuzione nel primo trimestre del 2019, con leggera crescita dell’importo medio

CRIF-numero-richieste-nuovi-mutui-e-surroghe-terzo-trimestre-2019
Dopo lo stallo che aveva caratterizzato l’intero 2018, nel primo trimestre dell’anno in corso le istruttorie formali di nuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane, hanno fatto registrare una diminuzione del -7,9% rispetto allo stesso periodo del 2018.
Questo in virtù del progressivo ridimensionamento dei mutui di sostituzione, che non riescono a compensare il trend dei nuovi mutui.

Nel mese di marzo appena concluso la contrazione delle interrogazioni registrate su EURISC (il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF che raccoglie i dati relativi a oltre 85 milioni di posizioni creditizie) è ancor più marcato, risultando pari a -9,2% nel confronto con lo stesso mese dell’anno scorso.

Continua la lettura

ISTAT: aumento tendenziale (+7,6%) e congiunturale (+4,7%) del numero di compravendite nel IV trimestre del 2018

Istat-numero-di-compravendite-quarto-trimestre-2018
Nel quarto trimestre 2018, le convenzioni notarili di compravendita e le altre convenzioni relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari (230.258) aumentano del 4,7% rispetto al trimestre precedente (+4,4% il settore abitativo e +10,5% l’economico).

L’incremento congiunturale interessa tutte le aree geografiche del Paese sia per il settore abitativo (Nord-ovest +5,5%, Nord-est +4,7%, Centro +4,4%, Sud +2,8% e Isole +1,8%), sia per l’economico (Nord-ovest +22,1%, Isole +8,2%, Sud +6,7%, Centro +4,6% e Nord-est +3,9%).

Il 93,9% delle convenzioni stipulate riguarda trasferimenti di proprietà di immobili a uso abitativo e accessori (216.173), il 5,6% a uso economico (12.931) e lo 0,5% a uso speciale e multiproprietà (1.154).

Rispetto al quarto trimestre 2017 le transazioni immobiliari aumentano complessivamente del 7,6%, il livello di crescita più alto degli ultimi due anni.
L’espansione riguarda sia il settore abitativo (+7,8%) sia l’economico (+4,6%).

Continua la lettura