Cresce il numero di italiani che ritengono sufficiente il proprio reddito

È stata presentata oggi a Torino l’Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2017: “Consapevolezza, fiducia, crescita: le sfide dell’educazione finanziaria”, un progetto del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo.

Per il secondo anno consecutivo le risposte migliorano.
A differenza del 2016, la ripresa tocca tutte le classi di reddito intervistate: quelle più basse, il ceto medio e le famiglie con un reddito superiore.
Spicca il salto di 10 punti, dall’82 al 92%, della quota di intervistati che nel 2017 è stato finanziariamente indipendente.


Casa, proseguono gli acquisti: nel 2016 ne ha comprata una il 5% degli intervistati ed il 77,6% delle relative famiglie vive in un’abitazione di proprietà.
Il valore medio, per famiglia, del patrimonio immobiliare, auto-stimato al netto dei mutui in corso, approssima i 217.000 Euro e corrisponde a una ricchezza immobiliare complessiva pari a circa 3 volte e mezzo il PIL, circa il doppio della ricchezza mobiliare.

Solo il 18,5% del campione sarebbe disposto a vendere la casa per vivere meglio (attraverso un prestito ipotecario vitalizio), anche se il 35,5% lo farebbe “in caso di estrema necessità”.
Le ragioni sono semplici e comprensibili. Un immobile è percepito dai risparmiatori non solo come un investimento sicuro, ma anche come un investimento che fa risparmiare l’affitto e come un mezzo per trasferire un’eredità.
Di qui le resistenze a liquidarlo.

Continua la lettura

Roma: i dati sulle compravendite di abitazioni nel 2° trimestre 2017

All’interno delle statistiche relative alle compravendite immobiliari del secondo trimestre di quest’anno, elaborate dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, sono presenti alcuni dati relativi alla città di Roma.

Elenchiamo di seguito gli specifici numeri.


Numero di transazioni:

II Trim 2016 III Trim 2016 IV Trim 2016 I Trim 2017 II Trim 2017
8.235 6.894 8.500 7.213 8.602

Variazione tendenziale di abitazioni compravendute:

I trim 2017/I trim 2016 II trim 2017/II trim 2016
+10,2 % +4,5 %

Numero transazioni del II trimestre 2017 per classi dimensionali:

fino a mq 50 da mq 50 a 85 da mq 85 a 115 da mq 115 a 145 oltre mq 145 TOT
809 3.510 2.441 1.072 770 8.602
9.4% 40.8% 28.4% 12.5% 8.9% 100%

Continua la lettura

OMI: mercato immobiliare ancora positivo nel 2° trimestre 2017

Nuovo segno più per il mercato immobiliare italiano.
I dati del secondo trimestre di quest’anno mostrano, infatti, un aumento delle transazioni delle abitazioni pari al 3,8%, mentre le compravendite delle pertinenze (cantine e soffitte) crescono del 10,1%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Valori del +6,2% per il settore terziario-commerciale, che comprende uffici e negozi, mentre il settore produttivo mostra una crescita del 4,9%.
I tassi di crescita del mercato immobiliare hanno tuttavia registrato un rallentamento rispetto al primo trimestre dell’anno.

È la sintesi dei principali dati contenuti all’interno delle Statistiche trimestrali elaborate dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare delle Entrate, disponibili da oggi sul sito dell’Agenzia.

Continua la lettura

MUTUI: segno positivo nel III trimestre 2017 per le erogazioni “prima casa”

Crescono i mutui erogati per l’acquisto della prima casa nel terzo trimestre 2017 (45,9% contro il 41,3% del secondo trimestre 2017).
Emerge dall’ultima edizione dell’Osservatorio sul mercato dei mutui elaborato da MutuiOnline.it.

Con l’ 83,1% delle sottoscrizioni, il tasso fisso si conferma la forma di mutuo maggiormente erogata, mentre i mutui erogati a tasso variabile si attestano al 14,7%.
Per quanto riguarda la durata, la maggioranza dei mutui erogati è a 20 anni (30,7%) per un importo medio pari a 124.067 Euro.

Continua la lettura

DDL Concorrenza: il deposito del prezzo al Notaio

È da poco stata approvata dal Senato la legge annuale per il mercato e la concorrenza, fino ad ora meglio conosciuta come “DDL Concorrenza” (disegno di legge S. 2085-B).
Lo stesso disegno di legge contiene, tra l’altro, il rilevante istituto del cosiddetto “deposito prezzo” da effettuarsi a mani del notaio incaricato di redigere l’atto definitivo di compravendita.

Continua la lettura

ISTAT: compravendite in crescita nel I trimestre 2017

Nel I trimestre 2017 le convenzioni notarili di compravendita per unità immobiliari (169.527) crescono del 6,5% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

La crescita tendenziale delle transazioni immobiliari è pari al 6,5% per le unità ad uso abitativo, al 5,5% per i trasferimenti ad uso economico e all’11,4% per quelli ad uso speciale e multiproprietà.

Il 93,8% delle convenzioni stipulate riguarda trasferimenti di proprietà di immobili ad uso abitativo ed accessori (159.024), il 5,6% quelli ad uso economico (9.534) e lo 0,6% quelli ad uso speciale e multiproprietà (969).

Continua la lettura