Compravendite di abitazioni a Roma nel 2017: +3%, ovvero più di 31.000 transazioni

La città di Roma, che da sola rappresenta un terzo circa del NTN delle grandi città, registra un aumento tendenziale del numero di compravendite del +3%, con un totale di 31.131 transazioni normalizzate nel 2017.
Una quota di abitazioni pari al 32% del volume complessivo di transazioni normalizzate effettuate nelle otto principali città per numero di abitanti, ed un volume pari al 2,18% di abitazioni compravendute rispetto allo stock esistente (indice IMI +0,06% rispetto al 2016).

L’aumento è meno accentuato di Milano, Palermo, Firenze e Napoli, che sono oltre il 7%, secondo il Rapporto Immobiliare 2018 dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate.

Questi i dati nel dettaglio:


Il taglio “da 50 fino a 85 mq” risulta essere quello più venduto, con 12.890 transazioni normalizzate (+4,0%).
Segue il taglio “da 85 fino a 115 mq” con 8.516 transazioni (+2,6%), quello “da 115 fino a 145 mq” con 3.828 transazioni (+0,1%), il taglio “oltre 145 mq” con 2.953 transazioni (-0,4%) ed infine quello “fino a 50 mq” con 2.944 transazioni (-8,0%).

Continua la lettura

OMI: +4,9% per il numero di compravendite nel settore residenziale del 2017

Andamento-mercato-1995-2017

Quarto anno consecutivo con il segno positivo per il mercato immobiliare delle abitazioni.
Nel 2017 il numero di compravendite nel settore residenziale è cresciuto del 4,9% rispetto al 2016, registrando 542.480 transazioni.
Milano, Palermo, Firenze e Napoli sono le città che hanno registrato i maggiori rialzi, mentre Bologna è l’unica a mostrare il segno meno.
Migliora la capacità delle famiglie di acquistare un’abitazione

I dati sono evidenziati nel Rapporto immobiliare residenziale 2018, lo studio che analizza il trend del mercato della casa nel 2017, realizzato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con Abi, l’Associazione Bancaria Italiana.

Continua la lettura

MUTUI: tassi di interesse al minimo storico

Al minimo storico, ad aprile 2018, il tasso medio sulle nuove operazioni per l’acquisto di abitazioni, che è risultato pari a 1,85% (1,88% a marzo 2018, minimo storico | 5,72% a fine 2007).
Questo quanto emerge dal rapporto mensile dell’Abi.

Sulla base degli ultimi dati ufficiali relativi a marzo 2018, si conferma – inoltre – la crescita del mercato dei mutui.
L’ammontare totale dei mutui in essere delle famiglie, registra una variazione positiva di +2,7% rispetto a marzo 2017 (quando già si manifestavano segnali di miglioramento).

Sul totale delle nuove erogazioni di mutui circa i due terzi sono mutui a tasso fisso, ovvero il 72,6% rispetto al 71,9% del mese precedente (era il 70,1% a gennaio 2018).

Fonte: Rapporto mensile ABI (Associazione Bancaria Italiana) – 15 Maggio 2018

Prezzi: nei primi tre mesi del 2018 il calo si è arrestato solo nel Nord Italia

In un quadro di compravendite in costante aumento e di un ritrovato senso di fiducia verso il mattone, i prezzi degli immobili residenziali non sembrano ancora giovare di questo trend e le oscillazioni rimangono in territorio negativo.

Secondo l’Osservatorio di Immobiliare.it sul mercato residenziale, relativo al primo trimestre 2018, a livello nazionale i valori sono scesi dello 0,2% e il Nord Italia è l’unica area del Paese dove il calo sembra essersi arrestato.

Continua la lettura

ISTAT: prezzi delle abitazioni in leggera diminuzione tendenziale nel quarto trimestre 2017, con alcuni segnali di miglioramento

ISTAT - quarto trimestre 2018
Nel quarto trimestre 2017, secondo le stime preliminari, l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, sia per fini abitativi sia per investimento, aumenta dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e diminuisce dello 0,3% nei confronti dello stesso periodo del 2016 (era -0,8% nel terzo trimestre).

La flessione tendenziale è dovuta al calo dei prezzi delle abitazioni esistenti (-0,5%, in attenuazione da -1,3% del trimestre precedente) mentre quelli delle abitazioni nuove rallentano, registrando una variazione nulla (da +0,5% del terzo trimestre).

Continua la lettura

ISTAT: mercato immobiliare stabile nel III trimestre 2017, con leggero miglioramento per il settore economico

Grafico2
COMPRAVENDITE DI UNITÀ IMMOBILIARI I trimestre 2010 – III trimestre 2017. Indice destagionalizzato (base 2006=100)

Nel terzo trimestre 2017 le convenzioni notarili di compravendita o relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari (172.272) rimangono sostanzialmente stabili rispetto al trimestre precedente, risultano invariate per il settore dell’abitativo ed in aumento per quello economico (+4,3%).

Le dinamiche congiunturali risultano differenziate a livello territoriale: in crescita le Isole (+2,0%) e il Nord-ovest (+0,7%) per il settore dell’abitativo; il Sud (+15,8%), le Isole (+7,3%) e il Nord-ovest (+5,4%) per l’economico; in diminuzione il Centro in entrambi i settori (rispettivamente -1,0% e -3,2%).

Continua la lettura