ROMA: i dati sulle compravendite di box e posti auto nel II trimestre 2019

BOX

Risulta complessivamente in crescita il volume di compravendite di box e posti auto nel II trimestre 2019, secondo le statistiche elaborate dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, nelle otto principali città analizzate (unica eccezione Palermo, dove il calo tendenziale è del 15%).

Il mercato di maggior peso resta quello di Roma, con gli specifici numeri che di seguito elenchiamo:

Numero di transazioni

II Trim 2018 III Trim 2018 IV Trim 2018 I Trim 2019 II Trim 2019
4.656 3.620 5.481 4.461 4.810

Variazione tendenziale annua di box e posti auto compravenduti:

I trim 2019/I trim 2018 II trim 2019/II trim 2018
+8,3 % +3,3 %

Fonte: Osservatorio del Mercato Immobiliare Residenziale – Statistiche secondo trimestre 2019 – 13 settembre 2019

ROMA: i dati sulle compravendite di abitazioni nel II trimestre 2019

OMI-Roma-Serie-storica-variazioni-percentuali-tendenziali-NTN-dal-2011
All’interno delle statistiche relative alle compravendite immobiliari del II trimestre 2019, elaborate dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, si evidenziano alcuni dati relativi alla città di Roma.
Elenchiamo di seguito gli specifici numeri.

Numero di transazioni:

II Trim 2018 III Trim 2018 IV Trim 2018 I Trim 2019 II Trim 2019
8.535 7.151 9.325 7.921 8.769

Variazione tendenziale annua di abitazioni compravendute:

I trim 2019/I trim 2018 II trim 2019/II trim 2018
+11,9 % +2,7 %

Continua la lettura

OMI: incremento tendenziale al +3,9% del numero di compravendite neI II trimestre 2019, con Roma al +2,7%

OMI-Serie-storica-trimestrale-NTN-dal-2011-dati-osservati-e-dati-destagionalizzati
La tendenza espansiva dei volumi di compravendite nel settore residenziale, in atto dal 2014, si conferma anche in questo secondo trimestre del 2019, con un tasso tendenziale di +3,9%, inferiore a quello registrato nel trimestre precedente (+8,8%).
Anche il dato destagionalizzato del NTN risulta in crescita, confermandosi il più alto dell’intera serie storica (2011-2019).

Disaggregando per aree territoriali, il Centro e le Isole sono quelle con il più alto tasso di crescita delle compravendite, (uniche due con tassi superiori al 4%, rispettivamente +4,4% e +4,5%); In tutte le aree, coerentemente con quanto accade a livello nazionale, c’è un rallentamento della crescita e i tassi, seppur positivi, sono assai inferiori rispetto a quelli del trimestre precedente.

Le abitazioni nelle grandi città:
I dati relativi alle otto principali città italiane mostrano dinamiche abbastanza differenziate: i due mercati più significativi, Roma e Milano (con NTN rispettivamente pari a 8.769 e 7.080 unità), hanno incrementato i volumi di compravendita con tassi rispettivamente del 2,7% e del 6,1%; Bologna ha avuto il tasso di espansione più elevato (+11,9%).
Le altre cinque città analizzate presentano variazioni tutte di segno negativo.

Continua la lettura

SCENARI IMMOBILIARI: mercato immobiliare a “crescita zero” dei prezzi nel 2019

Il mercato immobiliare italiano non riesce a stare al passo con il ritmo di crescita degli altri Paesi europei. E non lo è stato negli ultimi anni.

È quanto viene anticipato in previsione dell’Osservatorio che Scenari Immobiliari presenterà venerdì prossimo al Forum di Santa Margherita Ligure.
Si parla in generale di rallentamento del mercato immobiliare europeo.

Solo nell’area milanese – recita l’Osservatorio – il mercato immobiliare ha un andamento positivo e allineato alle migliori piazze del continente.
Nel resto del Paese esiste un “deep market” dove il movimento del mercato è sui livelli degli anni di crisi – con piccoli spunti di crescita – e le quotazioni sono in calo costante.

Tra l’altro, in termini di aumenti dei prezzi, Scenari Immobiliari stima per il nostro Paese una crescita zero delle quotazioni immobiliari (+1% la previsione al 2020), dato che va confrontato con il +9,1% della Germania, il +4,9% della Spagna e il 3,5% della Francia.


Fonte: Borse.it – 9 settembre 2019

BANCA D’ITALIA – Mercato delle abitazioni nel II trimestre 2019: prezzi di vendita stabili, tempi ridotti, stesso margine di sconto ed aspettative prudenti

BANCA-ITALIA-Sondaggio-congiunturale-sul-mercato-abitazioni-secondo-trimestre-2019
Secondo i risultati dell’indagine sul mercato delle abitazioni condotta dal 24 giugno al 19 luglio 2019 presso 1.499 agenzie, nel secondo trimestre del 2019 è rimasta ampiamente maggioritaria la quota di operatori che segnalano prezzi di vendita stabili.
Il divario fra prezzi offerti e domandati continua a essere il fattore principale sottostante alla cessazione degli incarichi a vendere.

I giudizi sull’andamento della domanda nel secondo trimestre sono prevalentemente favorevoli: la quota di agenzie che segnalano di aver venduto almeno un’abitazione nel trimestre aprile-giugno è salita.
I tempi di vendita hanno continuato a ridursi; resta tuttavia negativo e si è ampliato il divario fra i giudizi di aumento e di diminuzione dei potenziali acquirenti.

Continua la lettura

ISTAT: +2% congiunturale del numero di compravendite nel I trimestre 2019, +8% rispetto al 2018

ISTAT-COMPRAVENDITE-DI-UNITÀ-IMMOBILIARI-I-trimestre-2007-I-trimestre-2019
Nel primo trimestre 2019 sono 190.904 le convenzioni notarili di compravendita e le altre convenzioni relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari.
Depurate della componente stagionale, aumentano del 2,0% rispetto al trimestre precedente (+2,0% il settore abitativo e +2,5% l’economico).

Per il comparto abitativo l’incremento congiunturale interessa tutte le aree geografiche del Paese (Centro +4,4%, Isole +1,9%, Sud +1,7%, Nord-ovest +1,3% e Nord-est +1,2%).
Per l’economico la crescita riguarda il Centro (+10,4%) e il Nord-est (+6,3%), è nulla nelle Isole (0,0%) mentre si registrano flessioni al Sud (-3,2%) e al Nord-ovest (-0,9%).

Continua la lettura