COVID-19: un’ombra sul mercato immobiliare

Nel Report di marzo redatto dalla Direzione Studi e Ricerche del Gruppo Intesa Sanpaolo sul mercato immobiliare in Italia con aggiornamento mensile sui trend di mercato, con focus sulle dinamiche dei prezzi nelle principali città e località italiane, si approfondiscono le possibili conseguenze negative dell’emergenza sanitaria globale COVID-19, che colpiscono il mercato immobiliare.
L’entità dell’impatto negativo dipenderà ovviamente dalla durata della pandemia, ma si può intuire facilmente che sarà rilevate e non unicamente riconducibile al blocco delle attività di queste settimane.

Il timore maggiore infatti è rappresentato da un significativo peggioramento della situazione economica con inevitabili ripercussioni sulle intenzioni di acquisto di beni immobili, sia per utilizzo diretto che per investimento.
La fragilità economica da una parte e l’accresciuta rischiosità percepita dall’altra saranno fattori che penalizzeranno il comparto prima in termini di transazioni, poi di valori.

Continua la lettura

NOMISMA: previsioni pessimistiche per il mercato immobiliare

Il mercato immobiliare italiano sta vivendo una situazione “inedita e potenzialmente drammatica”. Nel 2020 si prevede una perdita tra i 9,2 e i 22,1 miliardi di Euro di fatturato nel settore residenziale e tra i 2,6 e i 5,8 miliardi di Euro di capitali investiti nel segmento corporate.

È quanto emerge dall’Osservatorio sul mercato immobiliare di Nomisma, presentato ieri in diretta streaming.

Come conseguenza dell’impatto del coronavirus la società stima flessioni medie comprese tra il -1,3% ed il -4% nel biennio 2020-2021.

Continua la lettura

BCE: il mercato immobiliare nelle proiezioni macroeconomiche di marzo 2020, COVID-19 permettendo

BCE Bollettino economico 2 2020
All’interno del Bollettino economico della BCE n.2 del 2020, con gli aggiornamenti sull’evoluzione dei principali indicatori e sugli andamenti economici e monetari per l’area dell’Euro, si prevede che la ripresa del mercato immobiliare residenziale proseguirà ad un ritmo più lento rispetto al 2019 e potrebbe subire l’influenza negativa dell’epidemia di coronavirus.

L’evolvere dell’epidemia di coronavirus (COVID-19) ha peggiorato le prospettive per l’economia mondiale contenute nelle proiezioni macroeconomiche di marzo 2020 formulate dagli esperti della BCE.
Gli andamenti osservati dopo la data di ultimo aggiornamento dei dati utilizzati per le proiezioni suggeriscono, infatti, che i rischi al ribasso per l’attività mondiale connessi con l’insorgere del COVID-19 si siano in parte concretizzati; ciò implica che quest’anno l’attività mondiale si rivelerà più debole di quanto anticipato dalle proiezioni in questione.

Continua la lettura

ISTAT | quarto trimestre 2019: prezzi delle abitazioni in aumento tendenziale del +0,3%, ma a Roma diminuiscono del 2,0%

ISTAT INDICI DEI PREZZI DELLE ABITAZIONI NUOVE ED ESISTENTI (IPAB) I trimestre 2010 IV trimestre 2019
Secondo le stime preliminari, nel quarto trimestre 2019 l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, per fini abitativi o per investimento, diminuisce dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e aumenta dello 0,3% nei confronti dello stesso periodo del 2018 (era +0,4% nel terzo trimestre 2019).

È per il secondo trimestre consecutivo, quindi, che si registra un aumento su base annua dei prezzi delle abitazioni, dovuto per lo più a quelli delle abitazioni nuove (+1,0%; era +1,3% nel trimestre precedente) ma anche, seppur in misura più contenuta, ai prezzi delle abitazioni esistenti (+0,1% come nel terzo trimestre).

Continua la lettura

CBRE: il Covid-19 e gli impatti sul mercato immobiliare

CBRE Financial market
L’impatto di un calo della crescita del PIL nel primo trimestre 2020 in Cina si farà sentire in modo più acuto nei paesi europei che si affidano alla Cina come fonte di domanda finale (Germania e Paesi Bassi) e ai mercati in cui la Cina è fortemente integrata nella catena di approvvigionamento (Germania, Polonia, Francia, Italia e Spagna).

E’ quanto emerge nell’ultimo report CBRE terminato il 14 marzo scorso, dal titolo “Potential impacts of Covid-19 on EMEA Real Estate”, che sottolinea come i fondamentali del mercato immobiliare europeo rimarranno comunque forti.

Continua la lettura

Mercato immobiliare: gli effetti del coronavirus

Mercato immobiliare - effetti del coronavirus
Si sono incominciati a vedere i primi effetti del coronavirus sul mercato immobiliare italiano.
Trattative al rallentatore e prezzi al momento (sulla carta) congelati ma, con tutta probabilità, destinati a subire una flessione dopo il brioso andamento che ha caratterizzato tutto il 2019.

Il comparto potrebbe cogliere l’occasione per apportare correzioni, su basi tecniche, soprattutto laddove la corsa è stata più vivace.

In effetti, secondo Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari, le compravendite di case in Lombardia sono calate del sette per cento nel corso del primo bimestre di quest’anno, rispetto allo stesso periodo di un anno fa.
La contrazione è maggiore, del 12%, per quanto riguarda il mercato di Milano, capoluogo lombardo.

Continua la lettura