Eurostat: aumento tendenziale delle quotazioni su tutti i mercati, tranne che in Italia

Non cambia l’andamento dei prezzi delle case in Europa nel secondo trimestre del 2017, rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

Su base annua, infatti, i prezzi delle case sono saliti del 3,8% nell’Eurozona (confermando esattamente lo stesso incremento del primo trimestre) e del 4,4% nell’Unione Europea.
Rispetto al primo trimestre del 2017, i prezzi delle abitazioni sono aumentati dell’1,5% nell’area dell’Euro (era lo 0,3% nel primo trimestre) e dell’1,8% nell’Unione Europea, nel secondo trimestre di quest’anno.

Queste cifre provengono da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea.

Continua la lettura

Indagine ING: italiani più maturi e consapevoli sugli investimenti immobiliari

L’investimento nel mattone sembra assumere una prospettiva più consapevole e razionale, dato che gli italiani sembrano essere definitivamente consci che il prezzo delle case possa anche scendere.

E’ questa la lettura più interessante emersa dalla sesta edizione dell’Indagine Internazionale ING “Case & Mutui” – svolta su un campione di circa 15.000 individui di 15 Paesi tra Europa, Stati Uniti e Australia – che ha analizzato le percezioni delle persone rispetto alla casa in relazione al livello dei prezzi, dei costi abitativi e alla capacità di rientrare nel budget di spesa previsto.

Continua la lettura

ISTAT: indice dei prezzi delle abitazioni +0,3% rispetto al trimestre precedente, – 0,1% sullo stesso periodo del 2016

Nel secondo trimestre 2017, sulla base delle stime preliminari, i prezzi delle abitazioni registrano un aumento dello 0,3% rispetto al trimestre precedente.
Il rialzo congiunturale dei prezzi interessa sia le abitazioni nuove (+0,3%) sia le abitazioni esistenti (+0,2%).

Su base annua si registra un lieve calo dei prezzi (-0,1%), in attenuazione dal -0,2% del trimestre precedente.

Continua la lettura

Roma: nel biennio 2015-2016 preferenza per gli appartamenti ristrutturati o nuovi e con terrazzo o balcone

Nell’ultima indagine Tecnoborsa (Organizzazione del Sistema delle Camere Di Commercio per lo Sviluppo e la Regolazione del Mercato Immobiliare) del 2017, sul mercato immobiliare di Roma, si evidenziano gli interessanti dati che di seguito riportiamo:

Acquisti effettuati:
“A Roma, nel biennio 2015-2016, il 6,3% ha acquistato un’abitazione.
Un valore superiore alla media delle sei grandi città (Roma, Milano, Torino, Genova, Napoli e Palermo) che è del 5,7%”.
Per quanto concerne l’utilizzo dell’immobile acquistato, al primo posto si trova l’acquisto dell’abitazione principale (87,7%); al secondo posto vi sono coloro che hanno acquistato una casa per le vacanze (7,7%); al terzo posto si trova chi ha acquistato per effettuare un investimento (3,1%); infine, vi sono coloro che hanno acquistato una seconda casa per parenti prossimi (1,5%).

Continua la lettura

Cresce il numero di italiani che ritengono sufficiente il proprio reddito

È stata presentata oggi a Torino l’Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2017: “Consapevolezza, fiducia, crescita: le sfide dell’educazione finanziaria”, un progetto del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo.

Per il secondo anno consecutivo le risposte migliorano.
A differenza del 2016, la ripresa tocca tutte le classi di reddito intervistate: quelle più basse, il ceto medio e le famiglie con un reddito superiore.
Spicca il salto di 10 punti, dall’82 al 92%, della quota di intervistati che nel 2017 è stato finanziariamente indipendente.

Continua la lettura

Roma: i dati sulle compravendite di abitazioni nel 2° trimestre 2017

All’interno delle statistiche relative alle compravendite immobiliari del secondo trimestre di quest’anno, elaborate dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, sono presenti alcuni dati relativi alla città di Roma.

Elenchiamo di seguito gli specifici numeri.

Continua la lettura