OMI | Mutui ipotecari nel 2017: 93,5 miliardi di capitale di debito finanziato, il 9,1% in più del 2016

Immobili-ipotecati-e-capitale-di-debito-nelle-grandi-città-nel-2017

Sono 917.313 gli immobili ipotecati a garanzia di mutui nel 2017 (circa il 4% in più del 2016) e la maggior parte di essi è contenuta in atti prettamente residenziali, con una quota pari al 57,8%.
I dati sono stati evidenziati nel “Rapporto Mutui Ipotecari 2018″, una nuova produzione statistica dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle entrate che analizza i principali dati di consuntivo del 2017 relativi al flusso di nuovi mutui (non sono quindi comprese le cosiddette surroghe).

Nel corso del 2017 sono stati sottoscritti e registrati complessivamente circa 403.000 atti di iscrizione ipotecaria, per un totale di 93,5 miliardi di capitale di debito finanziato, a fronte di 917.313 immobili concessi in garanzia.

Dal 2004 (anno base=100), emerge che i capitali finanziati con mutui ipotecari raggiungono, dopo una sostenuta crescita, il massimo valore nel 2007 superando i 200 miliardi di Euro (+49% rispetto al 2004) per poi calare repentinamente negli anni successivi, fino a raggiungere il valore minimo nel 2014, quando il capitale complessivo è solo 58,3 miliardi di Euro (ben il 72% in meno in 7 anni).
Solo nel 2015 il valore dei prestiti ricomincia a crescere e nel 2017 supera i 93 miliardi di Euro.

Le grandi città:
Quasi un quarto del capitale finanziato nel 2017, 21,8 miliardi, origina da atti in cui le unità immobiliari concesse a garanzia del credito sono ubicate nelle otto maggiori città per popolazione.
Infatti, nelle grandi città, a fronte del 12% circa di immobili ipotecati corrisponde una quota superiore al 23% di capitale.

Il 10% del capitale nazionale è “estratto” da immobili ubicati a Milano, segue Roma con l’8,3%.

Nelle grandi città, nel 2017, il capitale mostra un deciso rialzo, +34,1%, superando di gran lunga il risultato registrato a livello nazionale (+9,1%).
L’incremento è dovuto soprattutto al risultato di Milano, dove il capitale è oltre il 70% in più del 2016. Sostenuti incrementi di capitale si osservano anche a Firenze, +32,1%, Roma, +20,7% e Genova, +17,3%.
Per contro, Bologna e Napoli esibiscono cali di capitale nonostante l’aumento del numero di immobili ipotecati e, infine, Palermo mostra un calo sia del capitale sia degli immobili.

Fonte: “RAPPORTO MUTUI IPOTECARI 2018″ | Ufficio Statistiche e Studi sul mercato immobiliare – 26 ottobre 2018