ANCE: il mercato immobiliare e i cambiamenti demografici

ANCE-COMPRAVENDITE-DI-UNITA'-IMMOBILIARI-AD-USO-ABITATIVO-IN-ITALIA
In relazione alla dinamica rilevata dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate e sulla base dell’indagine Istat relativa alle intenzioni delle famiglie interessate all’acquisto di un’abitazione, la stima dell’Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) per il 2019 è di circa 603.000 compravendite residenziali, con un incremento del 4% rispetto all’anno precedente.
Per il 2020 si ipotizza una stazionarietà sui livelli dell’anno precedente.

Questo qunanto pubblicato nel recente “Osservatorio congiunturale sull’industria delle costruzioni” a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi dell’Ance.

Guardando ai dati delle otto principali città italiane per popolazione, nelle quali avvengono oltre la metà degli scambi relativi ai comuni capoluogo, si rileva che il numero di abitazioni compravendute nei primi nove mesi del 2019, rispetto allo stesso periodo del 2018, continua a restituire variazioni positive, con l’eccezione delle città di Firenze e di Napoli che manifestano, una flessione tendenziale rispettivamente del -6,7% e del -1%.

ANCE-COMPRAVENDITE-DI-UNITA'-IMMOBILIARI-AD-USO-ABITATIVO-NELLE-MAGGIORI

Continua la lettura

Indagine Fimaa-Confcommercio: compravendite residenziali +4,3% e prezzi ancora in leggero calo, con previsioni di stabiltà nel 2020

Crescono in media del 4,3%, nel 2019, il numero delle compravendite immobiliari residenziali nelle città italiane capoluogo di provincia e relativi comuni minori, rispetto al 2018.

L’andamento di compravendite e prezzi degli immobili, però, non va ancora di pari passo: il dato medio nazionale segna un leggero calo dello 0,4% con valori comunque orientati verso la stabilità.

Nello specifico, i capoluoghi di provincia medi (popolazione tra i 100.000 e 300.000 abitanti) segnano la migliore performance per quanto riguarda gli scambi (+4,8%), seguiti dai capoluoghi grandi popolazione più di 300.000 abitanti) e da quelli piccoli (popolazione inferiore ai 100.000 abitanti) rispettivamente con il +4,1%.
Nel Nord Italia, il numero medio delle compravendite registra quasi un +5%, rispetto al 2018.

La quota media di scambi di appartamenti nuovi sul totale è pari ad appena il 6% del totale delle vendite.
Nel 2019, in termini medi, la quota maggiore di appartamenti nuovi compravenduti sul totale delle vendite si realizza nel Centro Italia (6,9%) e riguarda i capoluoghi di provincia medi (con popolazione tra i 100.000 e 300.000 abitanti).

Città-capoluogo-di-Provincia-Quota-percentuale-di-vendite-di-appartamenti-nuovi-sul-totale

Continua la lettura

Prezzi delle abitazioni sostanzialmente stabili nel 2019, con Roma al -1%

Secondo l’Osservatorio di Immobiliare.it sul mercato residenziale in Italia nel secondo semestre 2019, a livello nazionale i prezzi richiesti per gli immobili in vendita sono rimasti praticamente fermi (+0,1%) rispetto all’anno scorso.

La cifra media per comprare casa in Italia si è attestata a 1.885 Euro al metro quadro.
Permane la sofferenza al Sud, dove in un anno i costi medi hanno perso ancora quasi 2 punti percentuali, scendendo a una media di 1.537 Euro/mq, mentre si registrano variazioni positive al Nord (1.946 Euro/mq) e nei grandi centri (2.592 Euro/mq), con un aumento dell’1,6% su base annuale.

Nonostante un calo annuale pari a quasi un punto percentuale, i costi maggiori si registrano ancora al Centro, con una richiesta media per il settore residenziale di 2.235 Euro/mq.

Continua la lettura

Aumentano gli investimenti immobiliari all’estero degli italiani

Investimenti all'estero
In tutta Europa le tasse sulla casa sono una voce importante in rapporto al Pil, ma nonostante ciò risulta in aumento l’interesse delle famiglie italiane per l’acquisto di immobili all’estero.
Basti pensare che nel 2018 si è registrato il record di 48.000 compravendite fuori dai confini nazionali.

Tra le mete preferite Grecia, Spagna e Francia

Continua la lettura

OMI: incremento tendenziale al +5% del numero di compravendite neI III trimestre 2019, con Roma al +4,6%

OMI-Serie-storica-trimestrale-NTN-dal-2011-terzo-trimestre-2019-dati-osservati-e-dati-destagionalizzati
Anche nel terzo trimestre del 2019 si conferma la tendenza espansiva dei volumi delle compravendite nel settore residenziale, in atto, sostanzialmente, dal 2014.
Il tasso tendenziale del +5%, risulta infatti superiore a quello registrato nel trimestre precedente (+3,9%).

Anche il dato destagionalizzato del NTN risulta in crescita, confermandosi il più alto dell’intera serie storica (2011-2019).

Continua la lettura

ISTAT: -1,7% congiunturale del numero di compravendite nel II trimestre 2019, +3,5% rispetto al 2018

Istat-INDICE-GENERALE-DELLE-COMPRAVENDITE-II-trimestre-2019
Nel II trimestre 2019 sono 216.483 le convenzioni notarili di compravendita e le altre convenzioni relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari.
Depurate della componente stagionale, diminuiscono dell’1,7% rispetto al trimestre precedente (-1,7% il settore abitativo e -1,4% l’economico).

Il comparto abitativo segna variazioni congiunturali negative in tutte le aree geografiche del Paese, seppure con intensità notevolmente diverse (Centro -3,7%, Nord-est e Nord-ovest -1,5%, Isole -0,8% e Sud -0,2%).
Per il settore economico la flessione riguarda il Centro (-7,4%) e il Nord-est (-4,4%), mentre risultano in crescita le Isole (+5,7%) e il Sud (+3,5%); sostanzialmente stabile il Nord-ovest (+0,3%).

Continua la lettura