MUTUI: segno positivo nel III trimestre 2017 per le erogazioni “prima casa”

Crescono i mutui erogati per l’acquisto della prima casa nel terzo trimestre 2017 (45,9% contro il 41,3% del secondo trimestre 2017).
Emerge dall’ultima edizione dell’Osservatorio sul mercato dei mutui elaborato da MutuiOnline.it.

Con l’ 83,1% delle sottoscrizioni, il tasso fisso si conferma la forma di mutuo maggiormente erogata, mentre i mutui erogati a tasso variabile si attestano al 14,7%.
Per quanto riguarda la durata, la maggioranza dei mutui erogati è a 20 anni (30,7%) per un importo medio pari a 124.067 Euro.

Continua la lettura

ISTAT: compravendite in crescita nel I trimestre 2017

Nel I trimestre 2017 le convenzioni notarili di compravendita per unità immobiliari (169.527) crescono del 6,5% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

La crescita tendenziale delle transazioni immobiliari è pari al 6,5% per le unità ad uso abitativo, al 5,5% per i trasferimenti ad uso economico e all’11,4% per quelli ad uso speciale e multiproprietà.

Il 93,8% delle convenzioni stipulate riguarda trasferimenti di proprietà di immobili ad uso abitativo ed accessori (159.024), il 5,6% quelli ad uso economico (9.534) e lo 0,6% quelli ad uso speciale e multiproprietà (969).

Continua la lettura

MUTUI: nel I trimestre 2017 in aumento importi e durata, in diminuzione le surroghe e le sofferenze

Secondo la 42esima edizione dell’osservatorio Credito al Dettaglio di Assofin-CRIF-Prometeia, presentato oggi a Milano, nel primo trimestre di quest’anno i mutui continuano a crescere, beneficiando di condizioni di offerta favorevoli, di un miglioramento delle prospettive del mercato degli immobili residenziali e, soprattutto, dei bassi tassi di interesse applicati.

I mutui sono aumentati del 25,8% nel periodo gennaio-marzo, dopo aver chiuso il 2016 in netta accelerazione (+31,7%).

Per i mutui di surroga, invece, si registra una brusca frenata (-27,5%), a causa della riduzione del numero dei mutui in corso per i quali l’operazione potrebbe essere ancora conveniente.

Continua la lettura

Compravendita delle Abitazioni: Roma +10,6% nel 2016, circa 30.000 transazioni

La città di Roma, che da sola rappresenta un terzo circa del NTN delle grandi città, registra un aumento del numero di compravendite del 10,6%.
Meno accentuato di altre grandi città, secondo il Rapporto Immobiliare 2017.

Questi i dati nel dettaglio:


Il taglio “Piccolo” (da 3 fino a 4 vani catastali – 25,9% dello stock immobiliare residenziale del Comune di Roma) risulta quello più venduto con 8.574 transazioni normalizzate (+4,0%).
Segue il Taglio “Medio” (da 5,5 fino a 7 vani catastali – 32,5% dello stock) con 7.763 transazioni (-0,7%), il Taglio “Medio piccolo” (da 4,5 fino a 5 vani catastali – 22,6% dello stock) con 6.012 transazioni (+4,0%), il taglio Nd (non determinato nella consistenza) con 2.881 transazioni, il Taglio “Grande” (maggiore di 7 vani catastali – 11,9% dello stock) con 2.533 (+14,3%) ed infine i “Monolocali” (fino a 2,5 vani catastali – 7,2% dello stock) con 2.490 transazioni (+9,9%).
Per un totale di 30.253 transazioni normalizzate nel 2016.

Continua la lettura

MUTUI: leggera discesa del tasso dei finanziamenti

Sulla base degli ultimi dati ufficiali relativi a febbraio 2017, si conferma la ripresa del mercato dei mutui, inizialmente colta con l’impennata dei nuovi mutui.
Secondo l’ultimo Rapporto mensile dell’ABI, l’ammontare totale dei mutui in essere delle famiglie ha registrato una variazione positiva di +2,3% rispetto a febbraio 2016, quando già si manifestavano segnali di miglioramento.

Il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni si è attestato al 2,13%, (2,16% a febbraio 2017, 2,02% a dicembre 2016 minimo storico e 5,72% a fine 2007).
Sul totale delle nuove erogazioni di mutui circa i due terzi sono mutui a tasso fisso.

Fonte: rapporto mensile ABI – aprile 2017

Mutui: si conferma la ripresa del mercato, con forte preferenza per il tasso fisso

A febbraio 2017 il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni si è attestato al 2,13% (2,08% a gennaio 2017, 2,02% minimo storico a dicembre 2016 e 5,72% a fine 2007).

Sul totale delle nuove erogazioni di mutui circa i due terzi sono mutui a tasso fisso.
Nell’ultimo mese la quota del flusso di finanziamenti a tasso fisso è risultata pari al 78,9% (77,9% il mese precedente; era 74,7% a dicembre 2016).
Questo quanto reso noto dall’ABI, Associazione bancaria italiana, nel “Monthly Outlook” di marzo 2017.

Sulla base degli ultimi dati ufficiali, relativi a gennaio 2017, si conferma la ripresa del mercato dei mutui.
L’ammontare totale dei mutui in essere delle famiglie ha registrato una variazione positiva di +1,9% rispetto a gennaio 2016 (quando già si manifestavano segnali di miglioramento).

Fonte: ABI Monthly Outlook – Economia e Mercati Finanziari Creditizi
– Marzo 2017