ROMA: nel 2017 compravendite in aumento (+3.0%), ma ancora in diminuzione i prezzi (-2.79%)

L’Agenzia delle Entrate, attraverso l’Osservatorio del Mercato immobiliare, ha diffuso i dati sul Mercato immobiliare della capitale nel 2017, con le Statistiche regionali relative agli immobili residenziali.

Il mercato immobiliare residenziale della città di Roma conferma il trend positivo, anche se in rallentamento, rilevato nell’inquadramento provinciale.
Con 31.131 NTN (Numero di Transazioni di unità immobiliari “Normalizzate”, ovvero il numero di compravendite avvenute nel corso dell’anno per quota di proprietà), la variazione percentuale di aumento di compravendite nel 2017, rispetto al 2016, è infatti pari a +3,0%.
L’IMI media comunale (Intensità del Mercato Immobiliare, ovvero il rapporto tra il numero delle compravendite (NTN) e lo stock relativo), pari a 2,18%, indica un mercato residenziale ancora poco dinamico, anche se in ripresa.

Contrariamente al numero di compravendite, l’andamento delle quotazioni nel 2017 rispetto al 2016 presenta una generalizzata flessione, con il dato comunale di -2,79% determinato soprattutto dall’andamento negativo economico-finanziario del mercato immobiliare, nonché dal difficile accesso ai crediti bancari.

Continua la lettura

Roma: nel 2017 compravendite con segno positivo, ma inferiori all’anno precedente

Il mercato immobiliare capitolino ha evidenziato, nel corso del 2017, ulteriori segnali di miglioramento, riscontrabili in particolar modo in un’attenuazione della flessione dei valori e in una diminuzione dei tempi di formalizzazione degli scambi.
Le compravendite, soprattutto quelle residenziali, sono caratterizzate ancora una volta da un discreto livello di attività, seppur con tassi di crescita più contenuti rispetto a quelli registrati l’anno precedente e, secondo le stime, dovrebbero avvicinarsi a fine anno alle 32.000 unità.

È quanto emerge dall’analisi contenuta nel 3° Osservatorio Immobiliare 2017 di Nomisma.

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA – Sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni: più sconto, più vendite, moderato ottimismo

Secondo i risultati dell’indagine congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia, condotto dalla Banca d’Italia in collaborazione con Tecnoborsa e l’Agenzia delle Entrate – dal 2 al 31 gennaio 2018 presso 1.530 agenzie immobiliari – nel quarto trimestre del 2017 la quota di operatori che segnalano pressioni al ribasso sulle quotazioni degli immobili è tornata ad aumentare.

Nel confronto con la precedente rilevazione, tuttavia, si sono rafforzati i segnali di miglioramento della domanda: il numero di agenzie che hanno intermediato almeno un immobile è aumentato e le giacenze degli incarichi a vendere sono diminuite.

I finanziamenti tramite mutui ipotecari hanno continuato a coprire una quota assai ampia delle compravendite, intorno all’80%. Anche il rapporto fra prestito e valore dell’immobile è rimasto su valori elevati, superiori al 70%.

La quota di agenti immobiliari che ascrivono alle difficoltà di ottenere un mutuo la causa della cessazione degli incarichi a vendere, è scesa sul livello minimo dall’avvio del sondaggio nel 2009.

Le attese degli operatori sulle prospettive del mercato degli immobili sono rimaste favorevoli, su un orizzonte sia di breve sia di medio termine.

Continua la lettura

Rapporto 2018 sul mercato immobiliare del Lazio: previsti un +14,9% per la Regione, +13,5% per Roma

Il Lazio, seconda regione italiana per numero di compravendite immobiliari (60.500 transazioni nel 2017), quest’anno dovrebbe registrare una crescita a doppia cifra (+14,9%), superiore alla media nazionale (12,5%).

Questi alcuni dei dati del “Rapporto 2018 sul mercato immobiliare del Lazio”, presentato a Roma da Scenari Immobiliari in collaborazione con Casa.it

Riguardo ai prezzi medi nominali, il Lazio mantiene stabili i valori al metro quadro, con un -0,2% nel 2017, in linea con il dato nazionale.
Nel 2018 la regione invertirà il trend negativo, con un +1% annuo.

I prezzi medi in Italia, invece, sono stimati in rialzo solo dello 0,3% nel 2018.

Nel Lazio spicca poi il mercato immobiliare di Roma.
Nella Capitale si stimano 38.600 compravendite nell’anno in corso, con un +13,5% rispetto al 2017.

Continua la lettura

ISTAT: ancora in diminuzione i prezzi delle Abitazioni nel III trimestre 2017

Nel terzo trimestre 2017, sulla base delle stime preliminari, i prezzi delle abitazioni registrano una diminuzione dello 0,5% rispetto al trimestre precedente.
Il ribasso congiunturale dei prezzi si deve interamente alle abitazioni esistenti, che si riducono dello 0,7% mentre quelle nuove registrano un incremento pari a +0,3%.

Su base annua persiste la diminuzione dei prezzi (-0,8%), che si accentua rispetto al trimestre precedente (era -0,2%).
La flessione tendenziale e il suo ampiamento sono imputabili esclusivamente ai prezzi delle abitazioni esistenti (-1,3%, da -0,5% del secondo trimestre 2017), mentre quelli delle abitazioni nuove salgono dello 0,6% (da +0,3%).

Continua la lettura

Classifica delle città più costose al mondo per l’acquisto di una casa

Global property guide, che monitora l’andamento immobiliare di oltre 100 Paesi in tutto il mondo, ha diffuso la classifica delle città più costose a livello globale per quanto riguarda il mattone.

Il portale ha ipotizzato di acquistare un immobile di circa mq 120, in zona centrale e tenuto in buone condizioni e ha confrontato la spesa necessaria nei vari Paesi.

Continua la lettura