Immobili di pregio: nei primi 6 mesi del 2017 il mercato prosegue nella sua graduale fase di recupero

A Roma la domanda in acquisto è risultata più vivace, ma l’attività transattiva si è stabilizzata sui livelli osservati al termine del 2016.
A Milano, nonostante una domanda tendenzialmente stabile, il numero di compravendite è continuato a crescere soprattutto all’interno delle zone del Centro Storico, Brera e Magenta.

Questo quanto emerge dal Rapporto “Il Mercato degli Immobili di pregio a Milano e Roma – Settore residenziale H1 2017” realizzato dalla collaborazione tra Nomisma e Santandrea Luxury Houses.

Continua la lettura

Classifica delle città più costose al mondo per l’acquisto di una casa

Global property guide, che monitora l’andamento immobiliare di oltre 100 Paesi in tutto il mondo, ha diffuso la classifica delle città più costose a livello globale per quanto riguarda il mattone.

Il portale ha ipotizzato di acquistare un immobile di circa mq 120, in zona centrale e tenuto in buone condizioni e ha confrontato la spesa necessaria nei vari Paesi.

Continua la lettura

Eurostat: aumento tendenziale delle quotazioni su tutti i mercati, tranne che in Italia

Non cambia l’andamento dei prezzi delle case in Europa nel secondo trimestre del 2017, rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente.

Su base annua, infatti, i prezzi delle case sono saliti del 3,8% nell’Eurozona (confermando esattamente lo stesso incremento del primo trimestre) e del 4,4% nell’Unione Europea.
Rispetto al primo trimestre del 2017, i prezzi delle abitazioni sono aumentati dell’1,5% nell’area dell’Euro (era lo 0,3% nel primo trimestre) e dell’1,8% nell’Unione Europea, nel secondo trimestre di quest’anno.

Queste cifre provengono da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea.

Continua la lettura

Indagine ING: italiani più maturi e consapevoli sugli investimenti immobiliari

L’investimento nel mattone sembra assumere una prospettiva più consapevole e razionale, dato che gli italiani sembrano essere definitivamente consci che il prezzo delle case possa anche scendere.

E’ questa la lettura più interessante emersa dalla sesta edizione dell’Indagine Internazionale ING “Case & Mutui” – svolta su un campione di circa 15.000 individui di 15 Paesi tra Europa, Stati Uniti e Australia – che ha analizzato le percezioni delle persone rispetto alla casa in relazione al livello dei prezzi, dei costi abitativi e alla capacità di rientrare nel budget di spesa previsto.

Continua la lettura

ISTAT: indice dei prezzi delle abitazioni +0,3% rispetto al trimestre precedente, – 0,1% sullo stesso periodo del 2016

Nel secondo trimestre 2017, sulla base delle stime preliminari, i prezzi delle abitazioni registrano un aumento dello 0,3% rispetto al trimestre precedente.
Il rialzo congiunturale dei prezzi interessa sia le abitazioni nuove (+0,3%) sia le abitazioni esistenti (+0,2%).

Su base annua si registra un lieve calo dei prezzi (-0,1%), in attenuazione dal -0,2% del trimestre precedente.

Continua la lettura

Nomisma: prezzi degli immobili in ripresa solo nel 2019

Ottimismo ma con il freno a mano tirato da parte di Nomisma nel valutare i positivi dati del mattone italiano nel 2016 e nell’azzardare ipotesi per il 2017.

E’ vero infatti che lo scorso anno si è chiuso con compravendite residenziali in netta crescita e con investimenti immobiliari nel settore corporate per 9,1 miliardi, pari al 3.6% del totale europeo, ma ciò non toglie che “la ripresa in atto presenti tratti di fragilità”, si legge nel primo Osservatorio sul Mercato Immobiliare 2017 di Nomisma presentato oggi a Milano presso Mediobanca.

Quali sono allora le previsioni? E quali i dubbi?
Partendo dal settore casa, dopo le 528.865 transazioni residenziali dello scorso anno, per il 2017 Nomisma prevede che il numero totale salirà a 565.391, per arrivare a quota 584.523 nel 2018 e recuperare finalmente quota 600 mila (616.513 per l’esattezza) l’anno successivo.

Continua la lettura