Nomisma: prezzi degli immobili in ripresa solo nel 2019

Ottimismo ma con il freno a mano tirato da parte di Nomisma nel valutare i positivi dati del mattone italiano nel 2016 e nell’azzardare ipotesi per il 2017.

E’ vero infatti che lo scorso anno si è chiuso con compravendite residenziali in netta crescita e con investimenti immobiliari nel settore corporate per 9,1 miliardi, pari al 3.6% del totale europeo, ma ciò non toglie che “la ripresa in atto presenti tratti di fragilità”, si legge nel primo Osservatorio sul Mercato Immobiliare 2017 di Nomisma presentato oggi a Milano presso Mediobanca.

Quali sono allora le previsioni? E quali i dubbi?
Partendo dal settore casa, dopo le 528.865 transazioni residenziali dello scorso anno, per il 2017 Nomisma prevede che il numero totale salirà a 565.391, per arrivare a quota 584.523 nel 2018 e recuperare finalmente quota 600 mila (616.513 per l’esattezza) l’anno successivo.

Continua la lettura

ISTAT: sostanziale stabilità dei prezzi nel I trimestre 2017

Nel primo trimestre 2017, secondo le stime preliminari, l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) non varia rispetto al trimestre precedente e diminuisce dello 0,1% nei confronti dello stesso periodo del 2016 (era -0,3% nel trimestre precedente).

La lieve flessione tendenziale dell’IPAB è dovuta esclusivamente ai prezzi delle abitazioni nuove, la cui variazione torna ad essere negativa (-0,4% da +0,5% del trimestre precedente).
I prezzi delle abitazioni esistenti, invece, per la prima volta dal terzo trimestre del 2011, registrano una variazione nulla dopo ripetute variazioni negative.

Continua la lettura

OMI: alcuni dati sulle compravendite di abitazioni nel I trimestre del 2017

Nel I trimestre del 2017 sono state compravendute 122.000 Abitazioni, quasi 10.000 in più rispetto all’omologo trimestre del 2016, pari a una crescita dell’8,6%.
Seppure ridimensionato il tasso rispetto ai valori dei rialzi rilevati nel corso del 2016 (anche superiori al 20% nei primi due trimestri), il numero di abitazioni scambiate in questo I trimestre del 2017 continua ad avvicinarsi ai livelli osservati per trimestri omologhi, prima della ripida caduta del 2012.

Questi i dati pubblicati dall’Osservatorio dell’Agenzia delle Entrate, che inaugura con questa edizione una nuova metodologia di raccolta dati.
La serie storica mostra un mercato delle abitazioni in recupero quasi ininterrotto dal 2014.

Continua la lettura

Roma: nel 2016 compravendite in aumento, ma ancora in diminuzione i prezzi (-4.04%)

L’Agenzia delle Entrate, attraverso l’Osservatorio del Mercato immobiliare, ha diffuso i dati sul Mercato immobiliare della capitale nel 2016, con le Statistiche regionali relative agli immobili residenziali.

Come premesso nella precedente pubblicazione, Il mercato immobiliare residenziale della città di Roma conferma il trend positivo con 30.253 NTN ed una variazione percentuale di aumento di compravendite, nel 2016 rispetto al 2015, pari al 10,6%.

Nel dettaglio delle singole zone OMI, nella maggior parte delle macroaree di Roma si registra un aumento delle vendite, solo le macroaree Centro Storico, Appia-Tuscolana e Cassia-Flaminia riportano una leggera flessione

Contrariamente alle compravendite, l’andamento delle quotazioni nel 2016 rispetto al 2015, presenta una generalizzata flessione con il dato comunale di -4,04%, determinato soprattutto dall’andamento negativo economico-finanziario del mercato immobiliare nonché dal difficile accesso ai crediti bancari.

Continua la lettura

Sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia nel 1° trimestre 2017

Secondo i risultati dell’indagine congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia condotta dal 27 marzo al 28 aprile 2017 presso 1.413 agenzie immobiliari, nel primo trimestre del 2017 la quota di operatori che segnala pressioni al ribasso sulle quotazioni immobiliari, pur in lieve aumento rispetto al trimestre precedente, rimane ampiamente al di sotto di quella dello stesso periodo del 2016.

Sono ulteriormente migliorate le condizioni della domanda: i potenziali acquirenti e gli incarichi a vendere sono aumentati; i tempi di vendita si sono ridotti.

Resta prevalente la quota di acquisti finanziati da mutui, che continuano a coprire oltre il 70% del valore dell’immobile.

Continua la lettura

Compravendita delle Abitazioni: circa 534.000 nel 2016, +18,9% rispetto all’anno precedente

Nel 2016 il mercato immobiliare delle abitazioni, dopo la lunga e ripida discesa osservata dal 2007, sembra essere tornato su un sentiero di crescita, confermando e superando il dato positivo dell’anno precedente.
Le unità abitative compravendute, in termini di NTN, raggiungono il livello di 533.741.

Questo uno dei dati presenti nel Rapporto Immobiliare 2017, dedicato al settore residenziale, che l’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (OMI) in collaborazione con l’Associazione Bancaria Italiana, presenta annualmente al fine di approfondire il consuntivo dell’anno precedente (2016) relativamente al mercato immobiliare delle abitazioni.

Continua la lettura