ROMA: i dati sulle compravendite di abitazioni nel III trimestre 2018

OMI-Terzo-trimestre-2018-variazioni-tendenziali-dal-2011

All’interno delle statistiche relative alle compravendite immobiliari del III trimestre 2018, elaborate dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, si evidenziano alcuni dati relativi alla città di Roma.
Elenchiamo di seguito gli specifici numeri.

Numero di transazioni:

III Trim 2017 IV Trim 2017 I Trim 2018 II Trim 2018 III Trim 2018
6.913 8.404 7.077 8.535 7.151

Variazione tendenziale annua di abitazioni compravendute:

II trim 2018/II trim 2017 III trim 2018/III trim 2017
-0,8 % +3,4 %

Continua la lettura

ISTAT: nel II trimestre 2018 ancora in aumento il numero di compravendite e mutui

COMPRAVENDITE-DI-UNITÀ-IMMOBILIARI-I-trimestre-2006---II-trimestre-2018,
Anche nel secondo trimestre dell’anno in corso, l’andamento dell’indice destagionalizzato delle compravendite conferma una tendenza al recupero del mercato immobiliare, che ha iniziato la sua ripresa in modo più regolare dal secondo trimestre del 2015, con un incremento di circa il 39% rispetto ai valori minimi di fine 2013.

Tuttavia, rimane ancora un gap, quasi il 4%, nei confronti dei livelli medi del 2010. Unica eccezione è il Nord, dove si è tornati ai livelli precedenti il 2010.

Continua la lettura

BANCA D’ITALIA – mercato delle abitazioni nel III trimestre 2018: stabilità dei prezzi e della domanda, in aumento i tempi di vendita

Mercato-abitazioni-Tempi-di-vendita-e-sconto-medio-Terzo-trimestre-2018

Secondo i risultati dell’indagine congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia condotta dal 1 al 31 ottobre 2018 presso 1.441 agenzie immobiliari, nel terzo trimestre del 2018 la quota di operatori che segnalano pressioni al ribasso sulle quotazioni degli immobili ha continuato a diminuire, mentre è aumentata quella di coloro che evidenziano una stabilità dei prezzi.
Sono aumentati i tempi di vendita mentre il margine medio di sconto si è ricollocato sui valori medi dell’ultimo anno.

Sia la quota delle compravendite finanziate tramite mutui ipotecari, sia il rapporto fra prestito e valore dell’immobile, si confermano su valori elevati.
Le attese degli operatori sulle prospettive del mercato degli immobili sono rimaste favorevoli su tutti gli orizzonti, con un miglioramento per quelle di breve periodo.

Continua la lettura

ISTAT – II trimestre 2018: l’andamento dei prezzi nelle città di Roma, Milano e Torino

ISTAT---INDICI-DEI-PREZZI-DELLE-ABITAZIONI-PER-ALCUNI-GRANDI-COMUNI
Con il 2018 l’Istat ha avviato la pubblicazione dell’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) per tre grandi Comuni, ovvero Roma, Milano e Torino.

Nel secondo trimestre dell’anno 2018, Roma manifesta la flessione su base tendenziale dei prezzi più marcata, pari al -2,6%, (da -1,2% del trimestre precedente).
Per Torino il calo dei prezzi è lieve e pari a -0,1% (da -0,3% del trimestre precedente) mentre per Milano si rileva un aumento dei prezzi del 2,2% (da +1,3% del primo trimestre 2018) attribuibile peraltro sia ai prezzi delle abitazioni nuove (+0,8%) sia di quelle esistenti (+2,7%).

Continua la lettura

ISTAT – prezzi delle abitazioni nel II trimestre 2018: +0,8% sul trimestre precedente, lieve flessione rispetto al 2017

INDICI-DEI-PREZZI-DELLE-ABITAZIONI-(IPAB)-I-trimestre-2010---II-trimestre-2018
Secondo le stime preliminari, nel secondo trimestre 2018 l’indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, sia per fini abitativi sia per investimento, aumenta dello 0,8% rispetto al trimestre precedente e diminuisce dello 0,2% nei confronti dello stesso periodo del 2017 (era -0,5% nel primo trimestre 2018).

La lieve flessione tendenziale dell’IPAB è da attribuire esclusivamente ai prezzi delle abitazioni esistenti, che registrano una variazione negativa pari a -0,7%, in attenuazione dal -1,0% del trimestre precedente.
I prezzi delle abitazioni nuove, invece, accelerano su base tendenziale passando dal +1,0% del primo trimestre del 2018 al +1,6% del secondo trimestre del 2018.

Continua la lettura

Prezzi: i piani alti costano il 23% in più rispetto alla media

Abitare ai piani alti ha il suo prezzo, soprattutto nelle grandi città.
Sarà perchè questo tipo di casa è generalmente più ambita, perché ritenuta più sicura, silenziosa e luminosa, fatto sta che si deve mettere in conto una spesa più elevata del 23% rispetto alla media.

È quanto emerge da un’analisi di Immobiliare.it, che ha studiato i costi delle abitazioni residenziali in base al piano in cui si trovano.
Al contrario, chi si accontenta di non salire oltre il primo livello dell’edificio può risparmiare approssimativamente il 10% sul prezzo medio di vendita della città.

Continua la lettura